Giunta a termine la stagione abbiamo nominato la nostra formazione dei sogni. Non tutti sono i più forti in assoluto, sarebbe difficile schierarli in campo per ragioni tattiche, ma vincerebbero qualsiasi Fantacalcio a mani basse. Il modulo? 4-3-3 super offensivo. E voi? Chi avreste messo?

Portiere

Gianluigi Donnarumma

Sia chiaro: il portiere più forte del campionato resta sempre Gigi Buffon, ma alla Juve di queste ultime stagioni mettersi in mostra è veramente difficile.

Gigio invece ha modo di far vedere tutto il suo talento. Impossibile attribuire quel fisico e quella sicurezza tra i pali alla sua età.

Più di una volta ha salvato il Milan in situazioni pericolose. L’anno scorso si sarebbe potuto pensare ad una stagione fortunata, quest’anno abbiamo avuto la conferma. Mino Raiola non ne sbaglia una. Ci sarebbe solo da risolvere questa ‘cosuccia’ del contratto… Staremo a vedere ma una cosa è certa: il ragazzo è un fenomeno vero!! Una rinfrescata alla memoria? Guardate il video qui sotto…

 

Top 11 serie A: Donnarumma contro tutti.

Difensori

Andrea Conti

Il terzino lombardo è una delle sorprese del campionato, il modulo di Gasperini lo esalta, abbina qualità e quantità e dimostra anche una straordinaria capacità realizzativa con 8 gol.

Il procuratore del classe 1994, al settimo gol segnato in campionato, gli aveva promesso il suo SUV. Se passate da quelle parti potete vederlo sulla A4 Milano-Bergamo a fare l’autostop. Ora avrà il suo bel da farsi per assicurargli la miglior destinazione per il suo futuro, l’asta per Conti sta per cominciare…

Top 11 serie A: Andrea Conti in versione Super Sayan

Mattia Caldara

Bergamasco DOC, autentico faro della difesa per la Dea dei miracoli. Sempre pulito ed elegante, in tanti lo hanno paragonato ai grandi difensori del passato.

Si fa sentire (eccome) anche in zona gol: ben 7 le reti, che sommate a quelle di Conti e Masiello, hanno fatto diventare la retroguardia dell’Atalanta la più prolifica d’Europa. Altro gioiello che la società bergamasca farà fatica a tenere dopo una stagione del genere. Quest’anno è stato un po’ Nesta, ma un po’ anche Inzaghi. Sorpresa assoluta.

 

Top 11 serie A: La doppietta di Caldara contro il Napoli

Leonardo Bonucci

Questa non è stata la miglior stagione del centrale bianconero, lo sappiamo, ma rispondete a questa domanda: potendo scegliere un centrale di difesa in serie A, avreste il coraggio di non prendere ‘Bonny’? Noi sinceramente no, e gli perdoniamo qualche passeggiata e qualche amnesia difensiva in una stagione difficilissima fuori dal campo (il peggio sembra passato). Quando bisogna fare sul serio poi, l’ex Bari si è sempre fatto trovare pronto, con il carattere e la leadership che lo contraddistinguono. Anche il figlio dimostra da subito una discreta personalità, e ‘costringe’ il papà ad assecondare la propria fede…

Bellissimo!

Top 11 serie A: Bonucci e il figlio Lorenzo in Torino Sampdoria

Alex Sandro

La stagione della consacrazione. Dopo essere stato pagato 26 milioni di euro, ha messo in mostra tutto il suo potenziale andando persino oltre le aspettative. È indubbiamente il miglior terzino sinistro della serie A e ormai non ci stupiamo se dovesse diventarlo anche in Europa. Quando è in giornata per gli avversari è un incubo, immarcabile come Adriano ai tempi d’oro… in discoteca. Strapotere fisico, atletico, tecnico, una certezza per i Campioni d’Italia. Man or machine?

 

Top 11 serie A: Palla c’è, palla non c’è

Centrocampisti

Radja Nainggolan

Un giocatore che tutti vorrebbero in squadra, un ‘tuttocampista’ eccellente sia in fase di contenimento che in quella d’impostazione. In questa stagione ha aggiunto una propensione in fase realizzativa inaspettata, complice la posizione da trequartista in cui lo ha schierato Spalletti. I suoi tiri sono delle bombe, che si scagliano contro lo sfortunato portiere di turno. Cattivo e latale proprio come un vero ninja.

Incontenibile sia dentro che fuori dal campo, sembra avere solo un difetto, le sue ‘rivedibili’ doti divinatorie: “Se non vinciamo lo scudetto, vinciamo la Coppa Italia, ve lo dico io. Fidatevi. Contro la Lazio, in semifinale, le vinciamo tutte e due”.

Bene ma non benissimo, godiamoci i suoi goal che è meglio…

Top 11 serie A: Goal spettacolo di Radja Nainggolan

Alejandro Dario Gomez

L’ Atalanta in formato europeo passa dai suoi piedi, l’uomo rivelazione della stagione 2016/17 sia in campo che (e sopratutto) sui social.

Autore di 7 assist e 16 gol, il Papu ha lasciato il segno in più di un terzo dei gol nerazzurri. Idolo dei tifosi bergamaschi e non, oltre a scalare la classifica con la sua squadra, ha scalato quella delle classifiche musicali.

Tutti vogliono ballare sulle note di “Maldito Alcohol” la ‘Papu Dance’. Non è difficile, basta seguire il ritmo, anche se Petagna sembra fare fatica…

Top 11 serie A: Gomez prova a insegnare a Petagna la Papu Dance

Dries Mertens

Lo scorso anno Higuain timbrava il cartellino 36 volte con la maglia del Napoli (record assoluto in Serie A). Quest’anno il folletto belga è arrivato quasi a quota 30, nonostante paghi diversi centimetri e chili (soprattutto chili) all’ex compagno di squadra.

Schierato prima punta quasi per forza a causa dell’infortunio di Milik, tira fuori la miglior stagione della sua carriera con 28 gol e 8 assist, raggiungendo vette mai toccate prima nelle tre partite contro Torino (poker), Cagliari e Bologna (tripletta).

Non chiamatelo falso nueve!

Top 11 serie A: Mertens, elegante nella sua esultanza in onore della sua cagnetta

 

Attaccanti

Andrea Belotti

Attaccante Made in Italy che, a suon di prestazioni di potenza e sacrificio, è stato assicurato con una clausola da 100 milioni. Avete capito bene: 100 milioni per poter strappare l’azzurro classe ’93 al Toro, gli stessi che sono serviti al Real Madrid per acquistare Bale dal Tottenham.

Il Gallo ha cantato ben 26 volte in questo campionato, e solo a causa di un piccolo calo fisiologico nell’ultima parte, non è riuscito ad aggiudicarsi il titolo di capocannoniere di questa serie A. Idolo di grandi e piccini, è riuscito a strappare un sorriso anche a Lorenzo, un bambino depresso dopo la vittoria del campionato della Juve.

Top 11 serie A: Belotti e il suo fan ‘raccomandato’

Edin Dzeko

Dopo un’annata disastrosa, nessuno avrebbe puntato su di lui (sbagliando), ma il colosso bosniaco ha stupito tutti giganteggiando nelle aree avversarie.

I suoi 29 gol sono il simbolo di una Roma che è sempre più vicina alla vetta della classifica della Serie A e di un giocatore che finalmente si è integrato con l’ambiente giallorosso. Unico neo per la vera consacrazione? Mancano ancora le sue firme nelle partite che contano, ma dopo la scorsa stagione ci accontentiamo di tutto: Dzeko non è più cieco!

Top 11 serie A: Araba fenice. Fate santa quella donna

Gonzalo Higuain

Quando lo abbiamo visto per la prima volta con la maglia della Juventus lo abbiamo pensato tutti: Gonzalo per andar via da Napoli ha dovuto mangiare 100 mozzarelle di bufala e 50 Babà. E da quel momento tutti a sperare in un Pipita goffo, e 90 milioni ‘buttati’ dalla Juventus. Con buona pace dei gufi non è stato così: per eventuali conferme chiedere a Fiorentina, Roma, Torino e Napoli (5 gol, 12 punti).

Chiude la stagione con 2 assist e 24 gol… 24, come i chili che prenderà in estate se la Juventus dovesse vincere la Champions League e festeggiare il triplete!

 

Top 11 serie A: Cosa avrà fatto questo tifoso?