Abbiamo visto tante partite di basket nella nostra vita e dobbiamo ammettere che quelle tra Golden State ed Oklahoma City hanno un qualcosa di speciale. Speciale perché stiamo vedendo l’evoluzione del gioco, l’allontanamento dal pitturato e l’aumento del tiro da tre punti. È buona o cattiva pallacanestro? È sicuramente una novità ed in quanto tale va presa in considerazione con la giusta cautela; i risultati danno ragione alla squadra di Steve Ke…. Stephen Curry , Klay Thompson e Draymond Green ; e già perché sono loro gli artefici di questa impresa e non l’ex giocatore dei Chicago Bulls, apparso spesso in confusione in questa serie. I gialloblù hanno tirato con numeri incredibili da dietro l’arco, il 46% in gara 7 e quasi con il 48% in gara 6.

Onore agli Oklahoma City Thunder di Kevin Durant, Russell Westbrook, Steven Adams , Serge Ibaka e Andre Roberson. La squadra di Donovan ha forse pagato le rotazioni corte in gara 7 ( solo 7 giocatori schierati ed impatto 0 da Waiters) ed esce però con delle sensazioni positive da questo scontro. Ora l’attenzione di Oklahoma si sposta sulla situazione contrattuale di Kevin Durant, oggetto di desiderio di molte franchigie.

Una nota particolare meritano gli Splash Brothers: hanno dimostrato di essere dei campioni, leader, cecchini infallibili. Klay Thompson è in assoluto uno dei giocatori più completi su entrambi i lati del campo, ha una meccanica di tiro sontuosa ed un rilascio della palla molto rapido; la sua prova straordinaria ha consentito alla squadra di Oakland di vincere gara 6 (con dei tiri impossibili) e di far rimanere a contatto i suoi in gara 7. Curry ha chiuso i giochi nella partita decisiva con dei canestri senza senso e senza ritmo. Due campioni hanno vinto e due campioni hanno perso: già, perché nello sport c’è chi vince e c’è chi perde e se non considerate campioni Kevin Durant e Russell Westbrook allora non capite nulla di questo sport.
Grazie per averci fatto vivere una serie stupenda, la più bella di questi playoff per intensità e velocità. Adesso ci aspettano le finali , sarà Lebron James contro Curry, Thompson ed Irving, Love accoppiato con Green. Finalmente ci siamo, Nba Finals 2016.